Una
Bottega

Il legame fra la famiglia Martini e il legno ha radici molto antiche. Tutto cominciò agli inizi del XVIII secolo, quando il giovane Sebastiano Martini – classe 1694 – iniziò l’attività di falegnameria a Faenza, svolgendo anche alcuni lavori nel Duomo della città romagnola. Da allora, il cognome Martini, diede vita a generazioni su generazioni di falegnami, artigiani ed imprenditori che, ancora oggi, testimoniano il sodalizio indissolubile che nei secoli si è creato tra il legno e la famiglia Martini.

Da Faenza a Bagnacavallo

Fu Vincenzo, figlio di Sebastiano, a spostare l’attività dove ancora oggi svolge le sue funzioni: a Bagnacavallo. Sarà qui che le successive cinque generazioni della famiglia – Giuseppe, Domenico, Gaetano, Francesco e Manlio – proseguiranno l’attività di falegnameria.

Una storia lunga cent’anni.

Manlio Martini fu l’artefice di una vera e propria svolta nell’attività di famiglia. Nato nel 1887, è con lui che comincia la trasformazione dell’azienda da falegnameria a manifattura di imballaggi in legno per il trasporto della frutta, di produzione mobili e rivendita di legname.

Fu lo stesso Manlio, nel 1919 a inaugurare la sede storica di Martini Legnami Srl, in via Cristofori a Bagnacavallo. Nel 1921, venne aperto un secondo magazzino per la rivendita di legname a Lugo. L’attività proseguì poi sotto la guida del figlio Francesco, fino al 1985, quando il figlio Manlio Martini – attuale titolare dell’azienda – ne prese le redini.

Il Primo
Fai da te
in Romagna

Con l’arrivo di Manlio, si introdusse nell’azienda un concetto nuovo di business. Nuovo non solo alla ditta, ma al mercato in generale. Nel 1989 infatti, venne aperto il ‘Fai da te’ nella sede di via Cristofori, uno dei primi ‘Brico center’ del territorio, che portò all’azienda ottimi risultati in termini economici ed innovativi.

I primi
anni '90

La decade a cavallo del millennio, per la falegnameria fu molto produttiva. Gli anni Novanta rappresentarono per la bottega, non solo un periodo di rigoglio economico, ma anche di sviluppo tecnologico ed innovativo. Se da una parte il mercato della produzione di imballaggi per frutta fu spazzato via dall’affermarsi delle plastiche, alla ditta si presentarono nuove opportunità di lavoro.

A partire dal 1991 infatti, l’azienda si dedicò alla produzione e alla vendita di strutture in legno per giardini: pergole, tettoie, fioriere. In questi anni inoltre, l’azienda lavorò molto per gli stabilimenti balneari della riviera Romagnola.

Martini
Legnami
Srl

Nel 1994 nacque Martini Legnami Srl. Che vide l’ennesima occasione di rinnovamento, tanto che in questi anni si costruì il vero e proprio core business della ditta: la produzione di tetti in legno per l’edilizia.

Nel 2001 infatti, aprì la sede di via Garbino, all’interno della quale vengono tutt’ora prodotti i tetti, attraverso impianti ad alto contenuto tecnologico.

Gli anni
duemila

La profonda depressione economica che nel 2008 interessò il mondo intero, con particolare violenza nel settore edile, non fece sconti a Martini Legnami Srl.

Tuttavia, il capitale raccolto negli anni di maggior crescita, nonché la costante capacità di innovarsi, permise alla ditta di proseguire i novant’anni di attività sin li raggiunti, dimostrando la grande resilienza di un’impresa familiare lungimirante e capace di districarsi anche nei momenti più difficili.

Nel 2012 il ‘fai da te’ fu trasferito da via Cristofori in via Garbino.

La sede di via Cristofori ad oggi è chiusa.

Nel 2019 l’azienda spegne 100 candeline, per un’attività di famiglia che dal 1919 lavora il legno senza interrompersi mai.